CHI LE SPARA PIÙ GROSSE? POPOLO SOVRANO O IL BARONE DI MÜNCHHAUSEN?

Il volo del Barone di MünchhausenPopolo Sovrano ha sempre dichiarato che, applicando la semplice Riforma del Manifesto, è possibile portare alla perfezione assoluta qualsiasi corrotto e disastrato Stato della Terra “in un solo singolo istante”. Questa dichiarazione, che d’un colpo supera di mille volte tutte quelle del Barone di Münchhausen, è stata sinora espressa soltanto a livello verbale. Mai smentita, è venuto il momento di renderla ufficiale. 

.

A questa domanda tra il sognante e l’assurdo: «Sarebbe possibile rendere perfetto e virtuoso il più corrotto e sinistrato Stato della Terra in un solo singolo istante?» cosa si potrebbe mai rispondere? Dato che nell’universo tutto è possibile, soltanto questo: «Sì può fare, certo, però sapendo come!».

Le astronavi galattiche del Barone di Münchhausen

Anche spostare dall’Africa un intero miliardo di esseri umani, con tutti gli animali domestici e selvatici, è possibile in mezzo minuto se c’è di mezzo la Federazione: gli scanner rilevano gli esseri di massa superiore al grammo,e il teletrasporto multiplo, sostenuto da motori così potenti da illuminare la notte, prima li transitano in una delle diecimila astronavi parcheggiate a seicento chilometri dalla superficie e poi, verificatane l’integrità, li spediscono in Cina, America, Australia, salvandoli così dall’asteroide. Qualcuno dirà poi che era meglio deviare quello, altri che toccava agli africani d’arrangiarsi, altri che non è stato bello ritrovarsi coi leoni in giardino, altri che la politica è una schifezza, ma sulla fattibilità, non una parola.

la casa natale del Barone di Münchhausen

CASA NATALE DEL BARONE DI MÜNCHHAUSEN

Idem per la vostra bellissima, grande, nonché avita casa di famiglia, dove si verificano, ahimè, da almeno dieci secoli, tanti piccoli e grandi furti. Con tutte quelle governanti, cameriere, cuoche, educatrici, e persino giardiniere che ancora girano le cento stanze, sarebbe possibile impedire ogni futura sparizione di soldi e gioielli in un solo e singolo istante? Certo! Al solito: «Sì fa, se si sa come».

Qui, però, pur totalmente digiuni delle possibilità di una Federazione Galattica, sapremmo già come muoverci: «Semplicissimo! Basta mettere i gioielli in una cassetta di sicurezza, non usare più il contante (solo carte di credito), e appena si firma il contratto con la banca, PUFF!, il problema è sparito!».

Sì, giusto, è sparito nel tempo d’una firma. Ma non perché gli uomini d’oggi siano più furbi di quelli d’una volta, ma perché con la firma si va ad attivare una smisurata macchina legale prima, ed un gigantesco robot dalle centomila mille braccia poi. Firmando, si mette infatti in moto un sistema elettronico immenso, in grado di operare 24 ore su 24 da un punto all’altro del globo, totalmente indifferente a spazio e tempo, e capace di tenere sempre traccia di tutto e di seguire la persona ovunque. La macchina è così grande, così possente, e persino così astuta, che le capacità di delinquere del singolo individuo si fanno microscopiche. Non è più come approfittare del sonnellino della padrona. Non è più come trovare un cassettino aperto e darci un’occhiatina. La macchina è un condensato di matematica e acciaio, e mille intelligenze vanno sempre avanti a potenziarla.

Eccoci quindi alla sintesi: circa le modalità della Federazione, adesso sappiamo tutto; circa il salvarsi da tutte quelle donne, ci siamo arrivati da soli; circa lo Stato virtuoso e perfetto in un singolo istante? Se abbiamo un’attività che ci tiene troppo occupati, possiamo chiedere un parere alla nostra associazione corporativa; diversamente, ecco le 48 pagine del Manifesto.

Ritratto del Barone