PROGRAMMA ELETTORALE DI MASSIMA

 

1) Introduzione in entrambe le Camere del Regolamento per la formazione dei Parametri Erariali.

2) Attivazione del Doppio Controllo Elettorale a un “1° gennaio” da stabilire, con i seguenti Valori Erariali:

3) Comuni/Regioni: saldo delle pendenze col metodo della Percentuale Residua.

4) Titoli di Stato: riacquisti col metodo della Percentuale Residua.

5) Enti Unici: formazione del maggior numero possibile per fatturazione a Gabelle di Ritorno.

6) Unione Europea: ogni discorso federativo passerà attraverso referendum popolari indicanti la volontà popolare di unificare l’esercito, il servizio segreto, e la politica estera. 

Nota: allo stato attuale, questo programma “di massima” (definibile anche “di fantasia”, dato che la trasformazione d’un carrozzone in aeroplano è certo molto complessa), riportante però cifre probabilmente non lontane dal vero (oggi uno Stato può costare il doppio per debiti, e molti Uffici, tra l’altro, diventano inutili), è soltanto un modo per far intravedere a chi deve valutare tutto il discorso (partito compreso), quel diverso modo di lavorare che potrebbe/dovrebbe un giorno attendere i co-sovrani.  

LO_STATO_SONO_IO